Loading...


Misurazione radon nell’acqua

Specializzati da più di 20 anni la MCF Ambiente con la sua ampia esperienza nel settore e con le strumentazioni all’avanguardia è in grado di offrire risultati di analisi di alto livello. Le funzioni principali dell’azienda sono rivolte soprattutto all’industria moderna, e allo scompartimento sanitario che con l’aiuto della alta tecnologia utilizzata come le radiazioni ionizzanti e l’impiego dei campi elettrici e magnetici, possono portare al perfezionamento della prognosi e del trattamento medico. La nostra società con lo staff altamente qualificato è in grado di fornire diversi servizi come la misurazione delle radiazioni ottiche artificiali, disponiamo di un laboratorio completo di dosimetria delle radiazioni, laboratori di spettrometria nucleare dove vengono eseguiti analisi per la presenza di radioattività su varie matrici alimentari, industriali, sanitari etc. Eseguiamo con massima attenzione analisi per la misurazione del radon nell’acqua. Grazie ad un continuo impegno nello studio, nelle analisi e nelle attrezzature utilizzate, la nostra azienda offre risultati sempre più controllati ed efficienti. 

L’efficienza e la qualità certificata della MCF Ambiente.

La pluripremiata azienda di MCF Ambiente offre servizi di alto livello per le analisi radioattive su diversi elementi come matrici alimentari, metalli, rottami ferrosi, acque potabili e altro ancora.

Esegue scrupolosamente analisi di misurazione del radon nell'acqua, attraverso la misura delle emissioni alfa mediante scintillazione in fase liquida. Presso il nostro laboratorio, idoneamente attrezzato eseguiamo misure di radon in diverse matrici ambientali seguendo anche le migliori raccomandazioni in materia, sia nazionali che quelle della commissione EURATOM.

L’esposizione generata dal gas radon nell’acqua è un fatto analogo a quello del radon negli edifici. Per questo motivo bisogna applicare regole radiologiche di protezione simili.

Prendendo in considerazione la Raccomandazione 928/01 della Comunità Europea, le acque potabili devono essere caratterizzate da concentrazioni minori di 100 Bg/litro e non più di 1000 Bg/litro.